Quanto costa una bici elettrica al chilometro?

Il bonus bici sta (ri)avvicinando molte persone al mondo delle due route. In particolare grande attenzione stanno ricevendo le biciclette elettriche, che aprono all’utilizzo del mezzo anche a categorie di persone diverse. Non necessariamente appassionate di ciclismo, o che magari non hanno più la possibilità di utilizzare una bici tradizionale o a pedalata assistita. La bici elettrica può inoltre essere un mezzo utile per coloro che vogliono combinare le proprie esigenze con temi importanti come mobilità sostenibile e rispetto per l’ambiente, senza rinunciare ad eventuali comodità. Anch’esse inserite nella lista di beni acquistabili con il Bonus Mobilità del Decreto Rilancio, molte sono dunque le richieste al riguardo, specialmente nelle grandi città, dove possono essere una soluzione efficace per ovviare alle tradizionali problematiche legate al traffico urbano, congestionato e inquinante.

Un altro motivo importante per cui alcune persone si avvicinano all’acquisto di una bici elettrica, è il risparmio. Considerazione chiaramente valida rispetto ad un auto, uno scooter o altri mezzi a motore comparabili nell’utilizzo desiderato. Al prezzo iniziale (che può variare ovviamente moltissimo in base al modello) è infatti molto contenuto il costo che bisogna sostenere nel quotidiano, limitandosi a quello di ricarica della batteria, il cui ciclo vitale generalmente è considerato intorno ai 4-5 anni. Con una autonomia che generalmente è inclusa tra i 50-150 chilometri a seconda del modello, la durata di ricarica è compresa tra le 3-6 ore. Ovviamente i costi possono variare anche relativamente al momento in cui si decide di effettuare questa operazione, in base alla propria tariffa dell’operatore.

Prima di investire in una bici elettrica bisogna sicuramente fare una riflessione ben ponderata. Tenendo a mente le proprie esigenze si può infatti andare ad evitare una spesa eccessiva, considerando ovviamente che più la si utilizza più il costo al chilometro potrà abbassarsi, considerando anche di ammortizzare la spesa iniziale. A fare i calcoli, su dieci anni, basandosi su tre tipologie di utenti è stato il Touring Club Svizzero. L’operatore elvetico ha stimato le spese per coloro che percorrono 4.000, 2.000 o 1.000 chilometri l’anno, proponendo inoltre i modelli più adatti per le varie esigenze.

Quanto costa al chilometro una bici elettrica per un utente sportivo?

Sono quelli che hanno minori costi per chilometro percorso. Coloro che usano la bici elettrica percorrendo circa 4000 chilometri l’anno possono avere costi che si aggirano tra 0,28 e 0,46 euro, spalmando il più possibile la spesa iniziale che chiaramente varia a seconda del modello scelto. Due sono i criteri importanti per questo tipo di profilo. Il primo è il tipo di pneumatici, a seconda che ci prediligono le escursioni fuoristrada o meno (in quel caso ci sono modelli specifici); il secondo riguarda la possibilità di comprare un modello con un secondo accumulatore, che permette così di aumentare l’autonomia della propria bici elettrica.

Quanto costa al chilometro una bici elettrica per un utente pendolare?

Questo è il caso in cui sostanzialmente l’utilizzo è dedicato al tragitto casa-lavoro, per un chilometraggio stimato intorno ai duemila chilometri annuali. Ogni chilometro in questo caso ha un costo che oscilla tra 0,46 e 0,65 euro, una forchetta che ovviamente varia in base al costo iniziale che si vuole sostenere.  In questo caso la scelta del modello andrebbe legata alla facilità di trasporto; specialmente se la bici deve essere anche trasportata in bagagliaio o sui mezzi pubblici in alcuni tratti. Oppure al tipo di vestiti che si indossano, nell’eventualità che si debba indossare una divisa o specifici indumenti che possono limitare i movimenti.

Quanto costa al chilometro una bici elettrica per un utente base?

La terza categoria è composta da coloro che vogliono usare la propria bici elettrica per i brevi tragitti nella loro quotidianità, ad esempio per andare a fare la spesa o per le piccoli commissioni della vita di tutti i giorni. In questo caso, approssimando l’uso a circa mille chilometri l’anno, il costo medio per chilometro varia tra 0,56 e 0,84 euro. Per quanto riguarda il modello a cui potersi affidare con queste esigenze la scelta migliore potrebbe essere una bici magari anche più lenta. Un prodotto leggero, più semplice da parcheggiare o da trasportare. Una scelta che potrebbe essere utile specialmente se il mezzo viene scelto per la sua semplicità di utilizzo. Oppure per mantenere una indipendenza e autonomia quotidiana. Visto il più esiguo utilizzo, si tratta inoltre di modelli generalmente più economici.

Condividilo con i tuoi amici:

A cura di Leonardo Ubrig Delfino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *